Barcellona, sfiducia sì o no?

0
36

Poco più di 72 ore per il consiglio comunale di Barcellona Pozzo di Gotto che potrebbe chiudere anzitempo il mandato di Maria Teresa Collica oppure consolidare un rapporto politico fino alle prossime elezioni e oltre. Gli incontri si susseguono e ve ne sono in programma anche in queste ore per capire se il sindaco accetterà o meno le richieste che sono state prospettate nei precedenti confronti oppure a distanza con documenti pubblicati dai vari gruppi consiliari. In ordine di tempo sabato pomeriggio si sono confrontati i rappresentanti di quella che un tempo era l’area di Sel, Italia dei Valori e Psi e poi Città Aperta, il Megafono e alcuni consiglieri dei Dr, insieme per Barcellona, Pd e gruppo misto; in discussione le soluzioni per il futuro politico e amministrativo a Palazzo Longano e anche l’azzeramento della giunta, scegliendo tecnici e programmi condivisi. Questa è l’idea del Pd, che discuterà nuovamente stasera con Maria Teresa Collica, quella è soluzione migliore. Ma anche per altri consiglieri, quelli del gruppo misto per esempio, l’azzeramento è il passaggio necessario ed imprescindibile per discutere il presente ed il futuro di Palazzo Longano. Il tempo stringe. Il sindaco ha pubblicato un documento dove contesta punto per punto la mozione presentata dai suoi detrattori. Nella premessa ha evidenziato che la mozione contiene ricostruzioni e accuse assai lontane dalla realtà dei fatti, con alcuni passaggi che scadono nell’attacco personale, lasciando intendere che il programma elettorale sia stato disatteso. Per Collica niente di più falso. Ma queste parole, dette e ridette, per quanto siano importanti, restano tali, perchè una buona metà del consiglio, ormai si è capito, vuole l’azzeramento. Intanto, il sindaco Collica e l’amministrazione comunale incontreranno la stampa giorno 11 Marzo, alle ore 10.30, presso la sala consiliare per presentare due progetti che stanno per iniziare: l’avvio definitivo della raccolta differenziata porta a porta che consentirà di ottimizzare la gestione dei rifiuti e l’adozione del sistema Eye Scout per scoraggiare e punire i comportamenti scorretti e pericolosi da parte degli automobilisti. Si tratta di una soluzione efficace e già sperimentata con successo altrove per porre fine o limitare al massimo il fenomeno della sosta selvaggia che tanto penalizza gli altri utenti della strada.

Morosito