“Stiamo fallendo per colpa della Regione”

0
42

Sull’orlo del fallimento, per colpa della Regione. Il Sindaco di Ficarra Basilio Ridolfo punta l’indice verso Palermo per denunciare gravissimi ritardi nel trasferimento di 570mila euro. Fondi senza i quali il Comune di Ficarra non sarà in grado di assicurare nulla, “né stipendi, né l’ordinaria manutenzione e meno che mai servizi essenziali”. “Eppure siamo un Comune virtuoso – scrive Ridolfo in una lettera inviata al Prefetto di Messina – abbiamo i conti a posto, senza debiti, risparmiamo facendo leva sul volontariato e le figure apicali della burocrazia vengono condivise con altri Comuni riducendo i relativi costi”. A Ficarra, prosegue il Sindaco, la politica costa pochissimo, le indennità dei consiglieri sono state azzerate e quelle  dei componenti della Giunta più che dimezzate. Ma “a causa  del grave ritardo accumulato dalla Regione siciliana nei trasferimenti di propria competenza, Il Comune è stato obbligato a ricorrere all’indebitamento con la Tesoreria comunale (con aggravio di interessi passivi)  al fine di assicurare lo stipendio ai dipendenti di ruolo e ai precari e svolgere i servizi essenziali per la comunità – afferma il Sindaco Ridolfo – Ora però siamo arrivati. La misura è colma. Abbiamo utilizzato tutta la capienza accordata dalla Banca e, dunque, non saremo in grado di assicurare più nulla, né stipendi, né l’ordinaria manutenzione e meno che mai servizi essenziali”. Il Sindaco Ridolfo ha coinvolto il Prefetto “perché solleciti la Regione ad effettuare i trasferimenti che toccano per legge al Comune di Ficarra”. Ma se la situazione non si sblocca – annuncia Ridolfo – sarò costretto a consegnare la fascia di sindaco al Prefetto”.

Morosito