Si fingevano “amici di Santapaola” per tentare di estorcere denaro a imprenditore di Capo D’Orlando.

0
56

Si fingevano “amici di Santapaola” per tentare di estorcere denaro a imprenditore di Capo D’Orlando. Così, questa mattina gli agenti del Commissariato di Capo d’Orlando con la collaborazione dei colleghi della Squadra Mobile di Messina hanno eseguito l’ordinanza di misura cautelare in carcere, emessa dal GIP presso il Tribunale di Messina, Salvatore Mastroeni, su richiesta del Sostituto Procuratore della Repubblica presso la DDA, Liliana Todaro, nei confronti di tre persone ritenute responsabili di tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso, ai danni di un imprenditore di Capo d’Orlando.

Morosito