Brolo, scatteranno i divieti di dimora ?

0
80

Si profila una libertà fortemente condizionata per Carmelo Arasi, Rossella Arasi, Salvo Messina, Santa Caranna, Antonella Campo e Giusy Di Leo le sei persone che dal 18 agosto scorso si trovano agli arresti per il coinvolgimento nell’inchiesta su appalti e  mutui fantasma al Comune di Brolo. Dopo aver respinto la richiesta di proroga della misura cautelare avanzata dalla Procura, il Gip Ines Rigoli ha accolto invece la richiesta di applicazione di misura alternativa. I sei indagati, quindi, martedì 17 febbraio torneranno liberi, ma avranno il divieto di dimorare a Brolo. Un provvedimento, questo, che ha fatto scattare l’immediata mobilitazione degli avvocati difensori che, sulla scorta di precedenti analoghi, la prossima settimana si rivolgeranno allo stesso Gip e al Tribunale del Riesame per chiedere l’annullamento della misura restrittiva o, in alternativa, un provvedimento  più leggero come, ad esempio, il divieto di avvicinarsi al palazzo municipale. Se fosse confermato, infatti, il divieto di dimora a Brolo, sarebbe penalizzante per diversi indagati che si troverebbero nell’impossibilità di rimanere nella loro abitazione e cercare una sistemazione fuori dal comune di residenza. L’ex ragioniere del comune Carmelo Arasi è attualmente detenuto al Pagliarelli di Palermo, gli altri, la figlia Rossella, l’ex sindaco Salvo Messina, e tre dei quattro dipendenti comunali arrestati ad Agosto, da sei mesi si trovano invece ai domiciliari. L’unico ad aver ottenuto la revoca della misura era stato il funzionario comunale Costantino Maniaci, a Novembre.