Porto Sant’Agata, incontro con la Cogip

0
37

Finalmente una luce fuori dal tunnel s’inizia ad intravedere, o comunque, la strada, nel complicatissimo iter per il completamento del Porto di Sant’Agata Militello, è davvero tracciata. La parti si sono finalmente sedute attorno ad un tavolo. Da un lato il Rup Basilio Ridolfo, insieme all’amministrazione comunale, dall’altra vertici e progettisti della Cogip. Sul piatto le difformità tra il progetto esecutivo e quello definitivo. Dopo settimane di studio e confronti tecnici, ma soprattutto politici, Ridolfo è giunto dunque alla contestazione ufficiale di quelle criticità, consegnate nelle mani dell’ingegnere Gianguido Babini, direttore generale della Cogip. La notifica comporta dunque l’avvio del procedimento di rescissione per inadempienze in carico all’impresa, per la quale scattano i trenta giorni assegnati per l’adeguamento del progetto. Il comune ha quindi informato la ditta che trascorso il mese di tempo, permanendo le condizioni di non approvabilità del progetto , sarà dato corso alle procedure di risoluzione. L’impresa catanese è però fiduciosa di riuscire, nei tempi previsti, ad apportare le modifiche richieste.