Ricordando l’Olocausto

0
34

Ricordando Auschwitz con le note del maestro Ocera, nel 70° anniversario della liberazione del campo di concentramento da parte dell’esercito russo.
Il pianto dei padri per i figli perduti, il pianto dei figli per i padri mai più tornati a casa, la femminilità negata sono i tre temi del giorno della memoria, scelti attraversando la letteratura più vicina ai ragazzi della scuola secondaria inferiore dell’istituto comprensivo n.2 di Capo d’Orlando guidato dalla Dirigente scolastica Antonina Milici.
I testi scelti, “Pianto antico”, “X agosto” e “Tanto gentile e tanto onesta pare” sono stati eseguiti  con la musica e la voce del maestro Vittorio Ocera che ha intrattenuto i presenti  coinvolgendoli in alcuni dei passi scelti.
Non poteva mancare la canzone Auschwitz, raccontata dalle foto di un viaggio della docente Luciana Polito, che  ha consegnato  un reportage storico, soprattutto umano e commovente,  ad un pubblico attento e in ascolto. Ha concluso il percorso la lode a coloro che “perdonano”, tema religioso del Cantico di Francesco d’Assisi.