Petizione per mantenere due treni regionali

0
454

Azzerate i periodi di sospensione di due treni regionali veloci, il 3830 Palermo-Messina ed il 3831 Messina-Palermo. Sia in questo momento che dall’entrata in vigore del nuovo orario cioè dal 13 dicembre 2015. Questo l’oggetto di una petizione che sarà inviata alla direzione regionale della Sicilia, a Trenitalia e al comitato dei pendolari. La raccolta di firme sta trovando largo consenso tra i pendolari, studenti ed utenti dell’ultima ora – le firme fioccano – e non potrebbe essere altrimenti. I treni erano stati inseriti in via sperimentale e subito si sono visti i riscontri da Sant’Agata Militello a Capo d’Orlando e a Patti, da Barcellona a Milazzo – tanto per citare alcune stazioni tra le più importanti dell’area tirrenica – soprattutto per chi deve arrivare al mattino più presto a Messina o al ritorno, rientrare a casa prima. Si pensava allora che, dall’entrata in vigore del nuovo orario dal 14 dicembre 2014, i treni venissero mantenuti e invece sono stati classificati come se fossero scolastici. A parte la soppressione provvisoria sabato e domenica, infatti, il treno non è stato messo in funzione anche durante le vacanze di Natale 2014 e non lo sarà durante le vacanze di Pasqua 2015 e dopo la conclusione dell’anno scolastico 2014/2015, per riprendere dal 14 settembre al 12 dicembre 2015. Un tempo si diceva che i treni, soprattutto alcuni, avessero avuto ragion d’essere per le presenze dei viaggiatori. Ci sono e lo testimoniano i Minuetto con tutti i posti occupati giorno per giorno; ma le ferrovie, visti gli orari in vigore, non ne hanno tenuto conto. Ma non c’è comunque da meravigliarsi. Da quello che si sente, si vuole azzerare anche i pochi treni a lunga percorrenza, treni che un tempo, quando erano tutti operativi, garantivano, con varie corse, collegamenti diretti con Venezia, Milano, Torino e Roma; se è vero come è vero che quei polchi rimasti verranno cassati – circostanza che è stata annunciata in tempi non sospetti negli anni passati – almeno si potenzino i treni per il servizio interno verso Messina ed il capoluogo. Si resta in attesa di risposte. Pendolari e studenti stanno già rispondendo.

di Massimo Natoli