Capo d’Orlando, assolto ex capo ufficio tecnico

0
162

Si è concluso con l’assoluzione perché il fatto non sussiste il processo di primo grado nei confronti dell’ex capo dell’ufficio tecnico del Comune di Capo d’Orlando, Claudio Timpanaro Pirrina, accusato di abuso d’ufficio. La vicenda risale all’Ottobre 2007 e riguarda l’autorizzazione edilizia firmata dal funzionario, oggi in pensione, per la realizzazione di un chiosco, in piazza Matteotti, nelle pertinenze di una rivendita di tabacchi. Quel chiosco, sito all’ingresso dell’esercizio commerciale, veniva utilizzato come esposizione di vari articoli in vendita nella stessa tabaccheria. A denunciare presunte irregolarità fu la proprietaria di un appartamento attiguo, che lamentò problemi di ingombro derivante dalla realizzazione del chiosco e soprattutto di temuto pericolo, potendo essere quella struttura un facile appiglio per i malintenzionati che, arrampicandovisi, avrebbero potuto raggiungere facilmente il balcone della sua abitazione. La vicenda era già stata oggetto del vaglio dei tribunali amministrativi, Tar e Cga, che si pronunciarono a favore dei ricorsi proposti dalla denunciante. Il chiosco nel frattempo fu smontato.  In sede penale, invece, il collegio del Tribunale di Patti, presidente Lazzara a latere Sergi e Potestìo, accogliendo le tesi difensive dell’avvocato Mimmo Magistro, ha mandato assolto Claudio Timpanaro Pirrina, perché il fatto non sussiste. Il pubblico ministero, Maria Milia, aveva chiesto invece 1 anno e 6 mesi di reclusione. La denunciante, costituita parte civile nel processo, era rappresentata dall’avvocato Giacomo Portale.

Morosito