Gamba fratturata, l’ambulanza arriva dopo mezz’ora !

0
189

Uno scontro violentissimo, ma non cattivo. Nessun fallo, verosimilmente  solo la normale irruenza di due giocatori che provano ad avventarsi sullo stesso pallone. Il campo viscido per la pioggia battente ha fatto il resto. Ad avere la peggio Antonio Biondo, capitano del Merì, che ieri , al D’Alcontres di Barcellona, affrontava la capolista Rocca di Capri Leone, per la 19^ giornata di Promozione. Non serve aspettare il replay per capire che l’impatto è stato davvero brutto. Biondo resta per terra, le immagini mostrano nella loro asprezza la gamba malconcia del giocatore barcellonese per quella che, più tardi, i medici del pronto soccorso di Milazzo sanciranno essere una frattura scomposta di tibia e perone. Fin qui, potrebbe solo essere una sfortunata pagina di cronaca, vista chissà quante volte in una partita di calcio. Ciò che rende incredibilmente drammatico l’episodio è che quello sfortunato giocatore del Merì è rimasto lì per terra per oltre venti minuti aspettando che giungessero i soccorsi. Allo stadio D’Alcontres, infatti, non era presente l’ambulanza né nessun altro mezzo di soccorso, come invece è previsto dal regolamento (nella foto di Carmelo Amato). Basti guardare le espressioni di compagni di squadra ed avversari, i gesti con cui tutti sollecitano i soccorsi dalla panchina, per immaginare la drammaticità dei momenti e lo strazio del giocatore infortunato.  Sanitari e dirigenti al seguito delle due squadre si sono quindi mobilitati, oltreché per prestare le prime cure al giocatore infortunato, per sollecitare l’intervento di un mezzo di soccorso. L’altro paradosso è stato però che né al vicino presidio del 118 dell’ospedale di Barcellona né a quello di Milazzo erano disponibili ambulanze e si è dovuto attendere l’arrivo del mezzo da Falcone. Mezz’ora circa di agonia per Biondo che, con una gamba spezzata, è rimasto per terra sotto la pioggia aspettando l’arrivo dei soccorsi. Per la cronaca, nel frattempo il terreno di gioco era divenuto ancor più impraticabile di quanto già non lo fosse prima della gara, che è stata quindi definitivamente sospesa, ufficialmente al 21’ di gioco.

Morosito