Orlandina, ennesima trasferta “farsa”

0
38

Per la serie D inizia domani il girone discendente. 17 giornate determinanti per scrivere la storia di questa stagione. Per tutti tranne che per l’Orlandina, ovviamente… La fine della gloriosa società messinese è infatti già segnata da tempo: fallimento. Anche domani il destino dell’armata Brancaleone, cioè di un gruppo di ragazzini raccattati per le strade di Capo d’Orlando, senza fondamentali e sconosciuti al pubblico calcistico, è già stabilito. In 7 (sette) domani saranno buttati nell’arena. Infatti questo pomeriggio il gruppetto di ragazzi accompagnati non si sa bene da quale dirigente e con la complicità dell’allenatore della juniores Mazzullo,  hanno affrontato un viaggio incredibile. In treno fino a Roccalumera, qui dopo aver noleggiato un pulmino a nove posti, sono partiti alla volta di Torrecuso dove domani domenica scenderanno in campo contro la vice capolista Torrecuso. Il tutto per disputare una falsa gara: condannati a subire tante reti, essere ridicolizzati come nelle precedenti uscite ed infine pregare l’avversario di non infierire. Che pena, pensando a quello che fino a qualche stagione addietro, rappresentava questa società. Discorso diverso a Brolo e Piraino dove l’obiettivo è la salvezza. A tal proposito la gara contro la Nuova Gioiese per l’undici di Antonio Venuto vale doppio, considerato che stiamo parlando di uno scontro diretto. Per il tecnico di Villafranca domani ci sarà a disposizione anche l’attaccante juniores classe ’96 Andrea Compagno proveniente dalle giovanili del Catania. Scontro salvezza anche per la Tiger che viaggia alla volta di Roccella Jonica. Bellinvia reduce dalla bella e preziosa vittoria esterna della scorsa settimana, punta al bis. Tre punti sarebbero ossigeno puro e la certezza di poter raggiungere l’obiettivo evitando i play out. A proposito di prendere il mira, in Eccellenza il Milazzo ha ormai capito che non può più nascondersi e punta al primo posto del Siracura. Quindi, domani al Marco Salmeri contro la Castebuonese, i mamertini sono obbligati a conquistare l’intera posta in palio. Osserverà il turno di riposo invece l’Igea Virtus, mentre il Taormina sarà di scena a Viagrande ed il Città di Messina ad Acireale. Nel campionato di promozione derby da brividi al nuovo comunale di Rocca dove i locali di Ferrara ospiteranno una Stefanese rinvigorita dopo il mercato dicembrino. In casa contro il C.U.S. Palermo gioca anche la più diretta antagonista ovvero quel Castelbuono che ai tirrenici ha rosicchiato ben 4 punti nelle ultime  due giornate.