Sequestrati beni all’ex ragioniere del Comune di Pettineo

0
299

Scatta il sequestro di beni nei confronti dell’ex ragioniere del Comune di Pettineo, Francesco Votrico arrestato nel gennaio di un anno fa insieme al figlio Salvatore con l’accusa di aver sottratto circa 400mila euro alle casse del Comune. In ottemperanza ad un decreto della Corte dei Conti, Sezione Giurisdizionale per la Regione Sicilia, è scattato adesso il sequestro conservativo di tre immobili e sei terreni   (del valore complessivo di 518.184,50) nel Comune di Pettineo e di proprietà di Francesco Votrico, attualmente detenuto nel carcere di Giarre. L’ex responsabile dell’area finanziaria del Comune di Pettineo deve rispondere dei reati di “peculato e falso”. Secondo le indagini, nel periodo 2008-2013, nell’esercizio delle sue funzioni, aveva firmato 73 mandati di pagamento e relative quietanze falsi, per lavori e forniture di beni e servizi al Comune mai effettuati, al fine di distrarre la suddetta somma dalle casse comunali in favore del proprio conto corrente e di quello del figlio.

Morosito