Gallerie A20, aggiudicato l’appalto

0
163
Morosito

A distanza di tre anni si compie il grande passo per la riapertura delle gallerie Capo d’Orlando e Tindari, sull’autostrada Messina Palermo. Gallerie chiuse dalla Procura di Patti nell’ambito di una inchiesta sulla sicurezza del tratto stradale teatro di gravissimi incidenti e che fece emergere il rischio di crollo dei due tunnel. La Commissione Ministeriale di Gara nominata con decreto del Ministro delle Infrastrutture e presieduta dall’avvocato Gabriele Di Nardoa conclusione delle due diverse istruttorie di gara ha aggiudicato in via provvisoria – secondo la normativa vigente – i lavori di messa in sicurezza. Per la Tindari (importo a base d’asta 12.851.444 euro) l’ATI Notari-Bruno ha offerto un ribasso pari al 32,88% assicurando di potere eseguire i lavori in 360 giorni. Complessivamente erano state 13 le ditte e i raggruppamenti partecipanti. Per la Capo d’Orlando (importo a base d’asta 9.786.333) su 13 imprese e raggruppamenti partecipanti, la stessa Associazione Temporanea di Imprese, Notari-Bruno ha offerto un ribasso pari al 31% e lo svolgimento dei lavori in 300 giorni. La Commissione ha proceduto alla aggiudicazione sulla base dell’offerta economica, dell’offerta tecnica e del tempo necessario per gli interventi compiere. Per entrambe le gallerie – tutt’ora sottosequestro dalla Autorità Giudiziaria di Patti e per le quali il Consorzio è stato autorizzato ad effettuare tutti gli interventi utili a ripristinare la loro messa in sicurezza – i lavori riguardano il consolidamento delle pareti e delle calotte nonché la riqualificazione e l’adeguamento degli impianti di ventilazione, illuminazione, antincendio e gestione automatizzata alla normativa vigente.