Emergenza rifiuti, la rivolta dei sindaci

0
37

Un anno drammatico dal punto di vista della gestione della problematica rifiuti, tra inchieste giudiziarie e falle di un sistema che affonda sempre di più, non poteva che chiudersi con l’ennesimo clamoroso rischio emergenza. Il provvedimento firmato alla vigilia di Natale dal presidente della Regione Crocetta che nei fatti ha significato lo stop al conferimento dei rifiuti per parecchi comuni, ha scatenato un vero e proprio caos. In sostanza l’ordinanza n°9 del 24 Dicembre concede ai gestori degli impianti ancora attivi, Catania San Giorgio, Motta Sant’Anastasia e Bellolampo,  la deroga ai limiti di quantitativi già imposti di rifiuti ricevibili, e nello stesso tempo proroga fino  al 15 Gennaio prossimo le autorizzazioni già concesse ai vari comuni per conferire nelle discariche rimaste attive. Un provvedimento però che, per la provincia di Messina, si estende a macchia di leopardo, lasciando fuori decine di centri che rischiano, nel clou delle festività di fine anno, di trovarsi in piena emergenza rifiuti. Per il messinese, infatti, i decreti autorizzativi per il conferimento in discarica prorogati fino al 15 Gennaio riguardano solo 21 centri. Tagliata fuori l’intera zona tirrenico nebroidea, nella quale è stata concessa la proroga per il conferimento a Catania San Giorgio solo per Sant’Agata Militello, Capo d’Orlando e Brolo. Autorizzazione concessa, verso lo stesso impianto, anche a Barcellona, Milazzo e Patti,  mentre Capizzi, San Teodoro, Cesarò e la città di Messina potranno conferire, sempre fino al 15 Gennaio, a Motta Sant’Anastasia. Sul piede di guerra sindaci ed amministrazioni di tutti gli altri comuni i cui rifiuti, dopo i due giorni di Natale e Santo Stefano, sono già divenuti un problema. Il sindaco di Capri Leone, e deputato regionale, Bernardette Grasso capeggia la rivolta dei sindaci che hanno già minacciato clamorose prese di posizione, come la presentazione di un esposto alla procura della Repubblica per interruzione di pubblico servizio. Oggi pomeriggio il presidente Crocetta dovrebbe presenziare ad un’iniziativa organizzata dal Parco dei Nebrodi a Sant’Agata Militello e una delegazione di sindaci chiederà un confronto sul tema. In attesa di notizie, intanto, le varie amministrazioni hanno diramato annunci alla cittadinanza nei quali, oltre a stigmatizzare fortemente la scelta della Regione, si chiede collaborazione ai residenti evitando di abbandonare indiscriminatamente i rifiuti per le strade.

Morosito