Montagnareale e Ucria, due arresti

0
201

Un 24enne di Montagnareale, Roberto Crifò, è finito agli arresti domiciliari per i reati di lesioni personali, violazione di domicilio danneggiamento aggravato e violenza privata. I Carabinieri della locale stazione lo hanno bloccato intorno all’1,30 di notte dopo che il giovane si era recato in contrada Spirini di Montagnareale dove, dopo aver tentanto di sfondare la porta di una 41enne romena, aveva rotto con un pugno un vetro della finestra della cucina e stava inveendo contro la donna. Per il giovane, il pubblico ministero  presso la Procura della Repubblica di Patti, ha disposto gli arresti domiciliari.
I carabinieri di Ucria, invece, hanno arrestato il 33enne Alessandro Ragonese per tentato furto. La pattuglia dei militari intorno all’1 di notte lo ha bloccato mentre stava scassinando il portone di ingresso di un’abitazione  di via Caffuti a Ucria. I Carabineiri lo hanno trovato in possesso di numerosi attrezzi da scasso. In attesa del processo per direttissima, Ragonese è stato condotto agli arresti domiciliari.

Morosito