Sant’Agata, stop alla raccolta rifiuti

0
27

Per le vie di Sant’Agata Militello tornano ancora una volta a fare capolino i rifiuti. Appena quindici giorni dopo l’ultima protesta, gli operatori della Multiecoplast, l’impresa incaricata del servizio di raccolta, hanno nuovamente incrociato le braccia. Alla protesta per gli stipendi arretrati non corrisposti e per le mancate risposte delle scorse settimane circa le certezze sul futuro, a fronte del pagamento di una sola mensilità arretrata, per gli operatori della Multiecoplast si è aggiunta la beffa della notifica di un preavviso di licenziamento, a far data dal prossimo 31 Dicembre. Da quello che è dato sapere, il blocco della raccolta rifiuti a Sant’Agata, almeno per il momento, proseguirà dunque senza scadenza. Domani una delegazione di lavoratori, insieme ai rappresentanti sindacali, si recherà a Messina per manifestare il proprio dissenso di fronte il palazzo del governo e chiedere l’intervento del Prefetto. Intanto a Sant’Agata la situazione si fa però sempre più scottante. A reclamare il pagamento degli stipendi non ci sono infatti solo gli operatori della raccolta rifiuti, dipendenti della Multiecoplast, ma anche i dipendenti stessi del comune santagatese. Personale di ruolo e contrattisti che dopo i ritardi per le mensilità di Settembre e Ottobre, attendono ancora il pagamento di Novembre, mentre non hanno alcuna reale aspettativa per lo stipendio di Dicembre e la tredicesima.

Morosito