L’Upea ottiene il primo successo interno

0
20
Morosito

L’Orlandina espugna il PalaFantozzi, Caserta ancora a mani vuote malgrado il cambio in panchina. E’ stata una gara poco spettacolare e con tanti errori al tiro. Ha vinto la squadra che alla fine ci ha creduto di più e che nell’ultimo parziale è riuscita ad avere più concentrazione al tiro. Freeman miglior marcatore proprio nell’ultimo parziale è stato determinate con 10 punti. A Markovski non sono bastati 4 uomini in doppia cifra per conquistare la prima vittoria della stagione. Benissimo Young che resta sul parquet per i 40’ mettendo 20 punti e catturando 9 rimbalzi (miglior valutazione 22). Parte bene Caserta e fa subito un break di 6 – 0 grazie ai canestri di Gaines, Young e Howell. Freeman segna la riscossa dei locali che con due triple di Archie e Hunt raggiungono il primo vantaggio: 12-10 al 6’. Ospiti che chiudono in avanti i primi 10’ con un canestro dalla distanza di Scott: 12-13. Nel secondo parziale le due squadre si equivalgono e la gara va avanti ad elastico, il massimo vantaggio registrato è un +3 dei campani: 16-19 al 13’. Capo d’Orlando chiude avanti dopo una tripla di Pecile e un 2/2 dalla lunetta di Freeman: 30-28. Si segna davvero poco dopo 30’ di gioco le due squadre sono ancora sotto i 50: 45-46 con gli ospiti che dopo aver ceduto il 2/4 ai locali ritornano in avanti grazie ad un parziale di 18/15. Bene Scott che mette due tiri dalla distanza nell’Upea Freeman che con 6 punti raggiunge i 16 complessivi e supera Young che si ferma a 15 (solamente 4 punti in 10’). Nei 10’ decisivi Capo d’Orlando trova Freeman che firma un break di 7-0 (55-53 al 35’) ed è determinante negli ultimi secondi insieme a Soragna.