Capo d’Orlando, rimossa “torre faro” pericolante al “Merendino”

0
104

Le raffiche di vento degli ultimi giorni hanno messo a serio rischio di crollo una delle “torri faro” dello stadio Merendino in via Trazzera Marina.
La struttura si è inclinata minacciando di finire su una abitazione che si trova a ridosso del muro di cinte dell’impianto sportivo attualmente dismesso. Per questo motivo, questa mattina, sono dovuti intervenire i mezzi del comune che hanno smontato il corpo illuminante prima che fosse troppo tardi.
La torre è stata depositata a bordo campo in attesa dell’avvio dei lavori di manutenzione al Merendino che l’amministrazione ha programmato per i mesi prossimi. L’obiettivo è quello di realizzare due campi da gioco anziché solo uno. I due terreni da ubicare mare-monti non avranno le dimensioni utili per i campionati professionistici ma saranno leggermente più piccoli ed omologabili le partite delle squadre dilettantistiche e quelle giovanili.
Lo scopo, secondo il progetto di Palazzo Europa, è proprio questo e cioè di mettere a diposizione delle tante squadre “minori” e giovanili ben due campi di calcio da soddisfare le loro esigenze di allenamenti e delle gare ufficiali alleggerendo l’affollamento del vicino stadio di Pissi che rimarrà il campo principale.
Per affrontare la spesa della riqualificazione si ricorrerà ad un leasing bancario per circa mezzo milione di euro. Il nuovo stadio prevede la costruzione di una nuova tribunetta al centro dei due campi e con due fronti di visualizzazione e la realizzazione degli spogliatori agli angoli dell’impianto a servizio dei due rettangoli di gioco. Il progetto dovrebbe arrivare quanto prima nell’aula del Consiglio Comunale per l’avallo alla richiesta del leasing.