Cisterna di Latina. Agente penitenziario originario di Barcellona spara alla moglie e poi si uccide .

0
173

Una di quelle tragedie familiari che lasciano sgomenti e che fanno riflettere. Un agente di Polizia Penitenziaria nativo di Barcellona Pozzo di Gotto, Antonino Pierpaolo Grasso, 38 anni, ha impugnato la pistola di ordinanza ed ucciso la moglie trentaseienne Tiziana Zaccari. Poi ha puntato la stessa arma contro di se, togliendosi la vita. I fatti si sono verificati a Cisterna di Latina, dove la coppia risiedeva in un condominio ubicato in Via Machiavelli, dopo che l’uomo era stato recentemente trasferito a Velletri. A far scattare l’allarme presso la sala operativa del 113, dopo avere udito gli spari, sono stati i vicini di casa della coppia. Sul posto sono giunti gli agenti del locale commissariato di Polizia e della Scientifica. Gli inquirenti, oltre ai rituali rilievi tecnico-balistici, hanno cercato di raccogliere testimonianze e indicazioni utili anche per ricostruire eventuali motivi di scontro tra i due coniugi. Sullo sfondo di questa tragica vicenda, rimangono due bambini di sei e sette anni che, in un colpo solo, hanno perso l’affetto di entrambi i genitori e che attualmente sono stati affidati ad alcuni familiari. Le indagini sono coordinate dal Sostituto Procuratore Gregorio Capasso. Dai primi rilievi sarebbe emerso che la donna sarebbe stata raggiunta da due proiettili, uno al braccio e l’altro alla gamba che avrebbe centrato l’arteria femorale. Il suo corpo è stato ritrovato in corridoio. Tra il corridoio e la camera da letto sarebbe stato ritrovato, invece, il corpo di Grasso che si sarebbe sparato al collo. Secondo alcune indiscrezioni riportate dalla stampa locale, sembra che alcune testimonianze dei vicini parlino di urla che hanno preceduto la tragedia e di litigi che erano diventati insistenti nell’ultimo mese. Sul luogo della tragedia è giunto anche il sindaco di Cisterna, Eleonora Della Penna: “È una tragedia che scuote la città- ha dichiarato il primo cittadino- in questo momento per noi la priorità sono i bambini. Faremo del tutto, come Comune, per salvaguardarli e proteggerli”.