Emergenza rifiuti, domani la decisione sulle nuove discariche

0
88

Si conoscerà nel corso di una riunione in programma domani la decisione della Regione riguardante la discarica o le discariche in cui i comuni del messinese potranno scaricare i rifiuti dopo i sigilli alla discarica di Mazzarrà. Nel frattempo, tutti, chi più chi meno, prosegue la raccolta, svuotando, fino a quando potranno, i cassonetti e riempiendo gli autocompattatori, nella speranza che non si arrivi all’emergenza igienico-sanitaria. A Barcellona prosegue, dove si effettua, la raccolta differenziata, per il resto i rifiuti vengono ritirati dai mezzi sino a quando potranno contenerli.
A Milazzo, in attesa che la Regione decida, si stanno approntando soluzioni nel brevissimo periodo. A Patti questa mattina il sindaco, Mauro Aquino, ha presentato un’istanza per chiedere di potere scaricare a Catania, nella discarica di Sicula Trasporti o in quella di Motta Sant’Anastasia. Altra ipotesi potrebbe essere quella di Lentini.
Capo d’Orlando, Capri Leone e Torrenova, che già fanno parte di un unico Aro, stanno cercando di trovare soluzioni comune e pare si punti su Enna. Ma i tre comuni, come hanno annunciato nei mesi scorsi, puntano ad impianti in loco o addirittura ad un piccolo termovalorizzatore per essere autosufficienti.
Sant’Agata Militello, sta lavorando ad una soluzione che soprattutto non faccia impennare il costo del trasporto che finirebbe per far lievitare le bollette. Ovunque, però si dovrà cominciare a ragionare seriamente di impiantistica e innalzamento della percentuale di differenziata.

Morosito