Abusava della nipote, arrestato 77enne messinese

0
28
Morosito

“Non raccontare niente a nessuno, se no succederanno cose brutte”. Ha vissuto nel dramma e nel silenzio, dietro questa minaccia, una bambina, oggi dodicenne. Si è tenuta tutta dentro, anni di abusi e violenze. Luoghi e momenti della sua quotidianità, della normalità per qualunque bambina della sua età, trasformati negli scenari di un incubo, la casa dei nonni, la villetta a mare d’estate, persino l’automobile che l’andava a prendere al doposcuola. Un incubo che la bimba è riuscita a spezzare lo scorso Giugno, quando ha trovato la forza per andare oltre quella orribile minaccia e raccontare tutto ai genitori. L’orco era il nonno, un settantasettenne messinese, arrestato oggi e posto ai domiciliari dagli agenti della squadra mobile di Messina. L’accusa è di violenza sessuale su minore che non ha ancora compiuto i 14 anni.  Grazie alle dichiarazioni della piccola è stato  possibile ricostruire gli abusi iniziati un paio di anni fa ed inseriti, secondo la ricostruzione degli inquirenti, in un contesto di apparente normalità al cui interno il nonno era presente ed inserito nella quotidianità della piccola. Dopo il racconto della bimba ai suoi cari la denuncia alla Polizia che ha fatto scattare le indagini sfociate nell’emissione della misura cautelare disposta dal Gip di Messina Antonino Francesco Genovese su richiesta del Pubblico ministero Anna Maria Arena.