Animali uccisi a Longi, indagano i Carabinieri

0
246

I Carabinieri di Sant’Agata Militello indagano su un macabro ritrovamento avvenuto Martedì mattina a Longi, in un terreno privato di contrada Portella Gazzana. Il proprietario del vasto appezzamento, un uomo residente a Longi, ha segnalato il ritrovamento di due cavalli, uccisi a colpi di arma da fuoco, appartenenti a due diversi proprietari, uno di Galati Mamertino ed uno di Longi, e di sei pecore sgozzate, di proprietà di un altro allevatore. Un gesto che apparentemente non trova spiegazioni visto anche che nessuno dei proprietari degli animali né quello del terreno ha dichiarato di aver subito minacce o avvertimenti che potessero indirizzare i sospetti verso l’intimidazione precisa nei confronti di qualcuno di loro. I Carabinieri della compagnia santagatese, al comando del Capitano David Pirrera, dopo i rilievi eseguiti sul posto e trasmessi al reparto scientifico, stanno quindi procedendo ascoltando le testimonianze dei pastori che abitualmente si recano in quei luoghi, nel cuore del Parco dei Nebrodi. L’episodio, secondo gli inquirenti, potrebbe infatti essere ricollegabile a dispute tra privati proprio per l’utilizzo delle aree destinate al pascolo. Sentiti anche i proprietari dei terreni in cerca di qualche indizio utile che possa far risalire all’autore del gesto. Secondo i primi riscontri pare che l’ignoto abbia agito indisturbato durante la notte, muovendosi con destrezza all’interno della zona boschiva di Portella Gazzana, un’area comunque disabitata ragion per cui nessuno avrebbe avvertito il rumore degli spari.

Morosito