Sant’Agata Militello: “Stipendio del segretario da ridurre”

0
104

Il Comune di Sant’Agata Militello dovrà adeguare lo stipendio del segretario generale Roberto Ribaudo, alla fascia di retribuzione corrispondente alla sede si assegnazione. Giunge dal Ministero dell’Interno la risposta definitiva ai dubbi sorti circa la retribuzione da corrispondere al segretario, una questione aperta la scorsa estate da una interrogazione del gruppo di opposizione consiliare. Fino ad oggi, in pratica, Ribaudo a Sant’Agata aveva continuato a percepire la retribuzione riferita alla precedente sede di assegnazione, Barcellona Pozzo di Gotto, che però risulta essere demograficamente comune di fascia superore rispetto al centro santagatese. Questo avveniva in virtù del cosiddetto divieto di “reformatio in peius” ai sensi di una normativa del 2001 che però i consiglieri di maggioranza contestavano, facendo notare come la successiva legge n° 147 del 2013 imponesse l’adeguamento della retribuzione a decorrere dal 1 Gennaio 2014. A supporto di questa tesi, si era espressa in precedenza anche la Prefettura di Palermo, che ha competenza per la gestione dell’Albo dei Segretari Comunali, mentre il Ministero dell’Interno si era già espresso, in linea generale, con un’apposita circolare nazionale dello scorso 9 giugno. Lo sesso Ribaudo e  l’amministrazione comunale santagatese avevano però scelto di porre ulteriori quesiti, palesando dubbi di natura applicativa, cui ha dato risposta il dirigente del dipartimento per gli affari interni e territoriali, ribadendo la necessitò che, a decorrere dal 1 Gennaio 2014, al dottor Ribaudo sia corrisposta la retribuzione di posizione corrispondente alla sede di segreteria di cui è titolare, dunque quella prevista per Sant’Agata.