“L’ospedale di Sant’Agata punto di riferimento”

0
28

La deputata regionale Bernardette Grasso ha presentato un’interrogazione all’assessore alla salute Lucia Borsellino in ordine al paventato declassamento dell’ospedale  di Sant’Agata Militello. Il sindaco di Capri Leone, ricordando la “Definizione degli standard qualitativi, strutturali, tecnologici e quantitativi relativi all’assistenza ospedaliera” contenuta nell’accordo Stato Regioni, sottolinea come nel distretto sanitario dei Nebrodi, che insieme a quello di Mistretta copre oltre 90 mila abitanti, l’ospedale di  Sant’Agata Militello dovrebbe avere essere una struttura dotata di Pronto Soccorso, con la presenza di un numero limitato di specialità ad ampia diffusione territoriale. “Contribuiscono a ingenerare ulteriore paura e apprensione le dichiarazioni, a mezzo stampa, – scrive la Grasso –  di esponenti politici che parlano di sforzi per salvare almeno la chirurgia del presidio santagatese, sottacendo, forse, secondo una imperscrutabile volontà, che lo stesso Presidio Ospedaliero diventi “periferia del presidio Ospedaliero di Patti”. Alla luce di ciò la deputata ha chiesto se  nella rimodulazione presentata presso il Ministero della Salute è stato previsto che l’ospedale di Sant’Agata venga classificato come Presidio Ospedaliero di Base così come sancito dall’Accordo Stato Regione