Tortorici, tagli all’organico del Comune. Scontro con la Cgil

0
149

Si infiamma lo scontro tra il comune di Tortorici e La Cgil. “Con l’approvazione della nuova dotazione organica inizia, da oggi, una vera macelleria sociale per tutti i precari ed i dipendenti di ruolo del comune.”. Il sindacato torna all’attacco annunciando un’assemblea dei lavoratori fissata per la prossima settimana, attraverso una nota del coordinatore territoriale Nino Pizzino, a seguito della proposta di delibera del comune oricense sulla ricognizione per l’anno 2014 delle eccedenze del personale. La Fp Cigl ha ribadito la propria perplessità per la decisione dell’Amministrazione Comunale a proseguire imperterrita nelle strada che porterà inevitabilmente il Comune di Tortorici a dover pagare un sacrificio enorme ed ingiustificato, secondo il sindacato, con la soppressione di 28 posti di ruolo e l’eliminazione di altri 63 destinati alla stabilizzazione dei precari in servizio, portando la dotazione organica complessiva da 152 a 45 posti, con le inevitabili ripercussioni su tutti i lavoratori e sulla comunità cittadina. La proposta è stata approvata dalla Giunta comunale ed immediatamente trasmessa all’INPS di Messina, a pochi giorni dalla data del 15 Ottobre, termine ultimo dato dal Ministero degli Interni per la rideterminazione della dotazione organica a seguito dell’ultima diffida di Settembre. La settimana scorsa anche la Cisl era intervenuta sulla vicenda, chiedendo, l’istituzione di una commissione di inchiesta per riportare la serenità nel comune. Il personale effettivamente è in esubero ma licenziare, secondo i sindacati, non è la strada giusta ed aveva proposto strade alternative come la riqualificazione del personale e la possibilità di procedere ai pensionamenti, suggerimenti che però l’amministrazione di Tortorici non ha nemmeno preso in considerazione. La Cgil resta in attesa di una convocazione da parte del Comune ed annuncia che non oltre la prossima settimana, indirà assemblea dei lavoratori per le decisioni consequenziali.