Incendio alla Raffineria, gli studenti incontrano il Sindaco

0
72

Una delegazione di studenti dei Licei Classico e Linguistico di Milazzo ha incontrato ieri al Comune il Sindaco Carmelo Pino per manifestare la profonda preoccupazione relativa alla situazione ambientale e alla salute del comprensorio milazzese dopo l’incendio alla Raffineria del 27 settembre. Mentre la delegazione era a colloquio con il Sindaco, il resto degli studenti manifestanti si è incontrato con rappresentanti delle forze dell’ordine e con l’assessore all’ambiente. In un comunicato, gli studenti sostengono che “la manifestazione odierna è soltanto l’avvio di un movimento, pronto ad accogliere il resto delle scuole del comprensorio, per avanzare proteste e proposte per la riqualificazione del nostro martoriato territorio. Si profila per il Comprensorio milazzese un momento di grande presa di coscienza studentesca e, quindi, popolare sui temi ambientali e della vivibilità in genere”. Gli studenti si sono confrontati “in maniera pacifica e democratica, ottenendo un dibattito formativo con risposte importanti per tentare di fugare i dubbi sul rischio ambientale sulla scorta del rischio precauzionale”. La delegazione ha chiesto “perché le scuole dei comuni vicini fossero chiuse e quelle di Milazzo no ed il Sindaco ha risposto di non avere avuto da parte di Vigili del Fuoco ed Autorità alcuna indicazione in merito. Gli studenti hanno chiesto i dati dell’ARPA da cui si evincerebbe la non sussistenza di dati allarmanti”. I giovani, conclude il comunicato “stanno prendendo finalmente coscienza del loro ruolo di neo-Cittadini ponendo al centro dell’attenzione pubblica la necessità di essere informati nelle corrette maniere per poter prendere decisioni utili. Nessuno sconto alle industrie e/o alle Autorità ma solo diritto alla verità”.