Treno fermo in galleria, lettera al Ministro

0
115

Il Ministro dei Trasporti intervenga presso Trenitalia e RFI per chiarire quanto accaduto al treno regionale 3832 delle ore 6.08 partito da Palermo in direzione Messina e rimasto bloccato oltre un’ora nella galleria Peloritana. Il Comitato Pendolari Siciliani chiede così al Ministro Lupi di fare luce su quanto avvenuto lunedì 22 settembre e puntualmente denunciato dai passeggeri del treno giunto a Messina con 83 minuti di ritardo. Nelle lettera, il comitato pendolari ripercorre l’odissea del treno 3832, che, giunto alla stazione di Rometta veniva fermato per 15 minuti circa a causa  di un problema allo scambio,  per  poi ripartire  in direzione Messina utilizzando tuttavia un binario diverso da quello della  marcia ordinaria. Subito dopo, il treno si fermava in galleria dove vi è rimasto per oltre 60 minuti. Nessuna informazione, ricorda il Comitato Pendolari, è stata fornita ai passeggeri sulla causa dello stop del treno. Come già accaduto ad un altro treno nei pressi di Acireale, anche in questo caso all’interno della galleria dei Peloritani (12 Km di lunghezza) non vi era nessuna connessione telefonica né privata nè aziendale. E in considerazione dell’impossibilità di poter comunicare con la sala operativa, anche in questo caso il capotreno è dovuto scendere dal treno per trovare una colonnina SOS funzionante. La tensione era palpabile tra i passeggeri fermi in galleria e senza alcuna possibilità di comunicare con l’esterno. Giosuè Malaponti, Presidente del Comitato Pendolari Siciliani, precisa al ministro Lupi che non intende creare nessun allarmismo tra la gente che viaggia ma si ritiene doveroso, chiedere di intervenire sul gestore della rete per i dovuti chiarimenti su quanto è accaduto.