Giallo a Battipaglia, giovane di Capri Leone finisce sotto un treno

0
199
Morosito

Sarà la Polizia Ferroviaria di Battipaglia a far luce sulla tragica morte di Andrea Galati, 28 anni, di Rocca di Capri Leone, ma avvenuta nella tarda serata di giovedì a Fosso Pioppo, piccola frazione a ridosso di Battipaglia. Il giovane, padre di una bambina, era partito il giorno precedente per ritirare una autovettura a Napoli ma non aveva dato più sue notizie. Alle 22,30 di giovedì, invece, si trovava a Battipaglia dove, a piedi, stava tentando di attraversare i binari quando il treno è piombato all’improvviso. Ovviamente non si può al momento escludere che si possa trattare di suicidio ma servono ancora gli esiti dei primi rilievi da parte della Polfer incaricata dalla Procura di  Salerno che aperto un fascicolo seguito dal sostituto procuratore Polito.
La circolazione del treni lungo la tratta è stata interrotta fino all’1. Sul posto è stato necessario far intervenire una squadra dei vigili del fuoco.
Il riconoscimento del ragazzo è però avvenuto solo nel primo pomeriggio di ieri visto che Andrea non aveva con sé documenti per l’identificazione ma solo un telefonino che è stato ritrovato a poca distanza dal suo corpo.
La notizia ha sconvolto la piccola comunità caprileonese dove Andrea Galati era molto conosciuto. Dapprima gestiva col padre un locale notturno, poi si era dedicato ad una pizzeria in Piazza Mattarella ed ultimamente aveva avviato un piccolo esercizio commerciale di ortofrutta. Il tam tam della tragedia ha preso il via in serata attraverso i social network dove in pochi sanno darsi una spiegazione della tragedia.