Rimborsi gonfiati a Lipari? Nessun danno erariale

0
61
Morosito

“Nessun danno erariale”. Così, la procura della Corte dei conti ha archiviato il procedimento avviato nei confronti dell’ex sindaco di Lipari, Mariano Bruno e 17 tra ex assessori, consiglieri e dipendenti comunali, accusati di irregolarità nelle procedure di rimborso delle spese di missione. Va avanti invece il processo penale al tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto e scaturito dall’operazione “Missions Ghost”. Alla sbarra 17 persone, le stesse chiamate in causa dalla Corte dei Conti, accusati di truffa aggravata e falso. Al vaglio della Guardia di Finanza le “pezze d’appoggio” per rimborsi totali di 32 mila euro: scontrini e ricevute riferiti all’acquisto di CD musicali o di regali o relativi a spese per pranzi e cene riferiti ad un numero di commensali diverso da quelli ammessi a rimborso. Secondo i finanzieri sarebbero poi state create ad arte missioni, in coincidenza di eventi folkloristici o di ricoveri medici in cliniche di altre regioni, o sono state presentate richieste di rimborso per missioni mai effettuate o con importi “gonfiati”.