Barcellona, i soldi sono finiti. Si ferma l’assistenza anziani

0
21
Morosito

Servizio di assistenza domiciliare per gli anziani fermo al capolinea, almeno fino ai primi mesi del 2015. Un’utenza di circa 300 persone privata di un utilissimo sostegno e 47 lavoratori che rischiano di rimanere fermi. Da domani, infatti, il servizio che già era stato prorogato per tre mesi dopo la scadenza prevista lo scorso 17 giugno, cesserà per carenza di fondi. L’Amministrazione Comunale è stata infatti costretta a bloccare la pubblicazione del nuovo bando in attesa che si sblocchi la situazione dei fondi del Piano di Azione e Coesione. L’esecutivo di Palazzo Longano ha intanto pensato ad una soluzione tampone per evitare disagi agli anziani non autosufficienti, garantendo comunque una forma di assistenza finanziata da risorse interne del servizio di assistenza integrata.  E a rischio c’é anche il servizio reso agli alunni affetti da grave disabilità frequentanti le scuole dell’obbligo. Per quest’ultimo, l’Amministrazione sta lavorando ad una proroga di due mesi. L’arrivo dei fondi cosiddetti Pac era previsto nello scorso mese di luglio. Il nuovo decreto, tuttavia, prevede la stazione unica appaltante da costituirsi il prossimo 31 gennaio. Soltanto dopo avere ottenuto risposte positive circa l’erogazione dei fondi da parte del Ministero, potrà essere indetta una nuova gara d’appalto. Al momento, infatti, dopo i tagli dei finanziamenti statali, il Comune di Barcellona Pozzo di Gotto non dispone di adeguate risorse per garantire il servizio.