Controlli e multe per il depuratore di Saponara

0
38

Mancava l’autorizazione di scarico dei reflui depurati e i registri di carico e scarico dei rifiuti prodotti dall’impianto di depurazione di Saponara. Così sono scattate sanzioni per migliaia di euro. E’ questo l’esito dei primi controlli effettuati dalla guardia costiera di Milazzo, che si è avvalsa del nuovo laboratorio ambientale mobile; è stato monitorato il depuratore di Saponara, per verificare il possesso da parte dell’amministrazione comunale dei titoli autorizzativi all’occupazione delle aree demaniali marittime e degli specchi acquei, nonchè delle autorizzazioni allo scarico dei reflui urbani depurati. Riscontrate le irregolarità, sono stati multati sia i responsabili dell’amministrazione comunale, sia il titolare della società cui è affidato il servizio di manutenzione dell’impianto. Grazie al supporto del laboratorio ambientale mobile sono stati effettuati campionamenti dei reflui in uscita dal depuratore, prima dell’immissione nella condotta sottomarina per lo scarico in mare. Anche in questo caso sono state evidenziate irregolarità in violazione delle prescrizioni della normativa ambientale che disciplina il deposito temporaneo di rifiuti. Gli operatori della guardia costiera hanno, pertanto, proceduto al sequestro dei rifiuti stoccati all’interno del depuratore; di seguito hanno proceduto a redigere un’informativa per l’autorità giudiziaria.

Morosito