L’attesa di Canneto

0
38

Sono giorni decisivi per Canneto di Caronia. Il sindaco Calogero Beringheli è volato ieri a Roma per partecipare ad un tavolo tecnico convocato dal capo nazionale della protezione civile Franco Gabrielli. Al vertice romano erano presenti i funzionari dei ministeri dell’Interno, della difesa, della salute e del territorio che insieme a tecnici ed esperti costituiranno la commissione interministeriale che studierà il caso. Sono state indicate scadenze certe, 90 giorni. In tre mesi dovrà essere fatta una ricognizione del lavoro svolto fin ora dal comitato scientifico incaricato di analizzare il fenomeno già dieci anni fa, ed eventualmente allargare l’orizzonte di studio anche alla luce di questa seconda ondata di fenomeni. Soddisfazione per quanto stabilito a Roma ha espresso il primo cittadino Beringheli che però aspetta di sapere modalità e tempi di assistenza alla popolazione. Il capo della protezione civile Gabrielli ha infatti ribadito che in materia di assistenza è la regione a dovere intervenire. Abitanti e residenti di via del Mare chiedono riposte certe ed immediate. Vivono da mesi in un limbo di problemi, hanno dovuto lasciare le loro case e sono costretti a pagare centinaia di euro di canone di affitto, senza sapere se e quando potranno essere rimborsati ed indennizzati. Aspettano ancora, tra l’altro, di essere sottoposti ad un monitoraggio sanitario così come stabilito mesi fa. Intanto, è ancora in corso a Palermo un incontro con politici e tecnici regionali ed amministratori di Caronia per avviare la macchina dell’assistenza. Si spera.

Morosito