Brolo, manomissione ai computer in ragioneria?

0
41

Sembra come se qualche mente diabolica si fosse divertita a prendere migliaia di tessere di un puzzle infinito per spargerle alla rinfusa e proprio quando pensi di averle trovate tutte, ecco che puntualmente dagli angoli più impensabili spunta fuori un’altra tessera a scombinare tutto, rendendo il puzzle sempre più intrigato. Certo, stiamo parlando sempre della solita inchiesta, quella sui mutui, sugli appalti fantasma, sui trasferimenti di denaro al Comune di Brolo. Ieri la tessera che era spuntata fuori aveva forme e colori descritte nelle righe dei verbali dell’interrogatorio di una delle persone arrestate, c’erano nomi scottanti, riferimenti espliciti e circostanze che autorizzerebbero a credere che l’inchiesta possa assumere dimensioni sempre più grandi, giungendo sino a quelli che qualcuno chiama i “piani alti” della politica brolese. Oggi l’ennesimo colpo di scena. Si apprende, infatti, che dai computer dell’ufficio ragioneria del Comune di Brolo sono spariti file importanti, gli “accertamenti in entrata”. Una presunta manomissione al sistema informatizzato del comune brolese rilevata pochi giorni fa dall’esperto appena nominato dalla giunta Ricciardello, Filippo Conti. Il ragioniere, scelto per affiancare il nuovo responsabile dell’ara finanziaria Damiano Passarelli, appena accesi i computer si è accorto che da quegli archivi mancava qualcosa ed ha subito avvertito l’amministrazione che ha poi richiesto un intervento tecnico della società che gestisce il sistema del comune. A quanto sembra la rimozione dei file sarebbe riconducibile a circa due mesi fa. Dell’accaduto l’amministrazione ha subito informato la procura della Repubblica di Patti per tramite dell’avvocato Pipo Mancuso, cui è stato conferito gironi fa l’incarico, a titolo gratuito, di rappresentare l’ente nel procedimento. Cosa c’è dunque di cosi importante in quei file e soprattutto, sempre che si sia stata la mano dell’uomo, chi ha cercato di farli sparire? Per saperlo non ci resta che aspettare che anche quest’altra tessera salti fuori…