Ciao ciao Messina !

0
137
Morosito

Santo Stefano di Camastra lascia Messina ed aderisce ad Enna. Il Consiglio Comunale ha approvato all’unanimità la delibera di adesione al Consorzio di Comuni di Enna e si candida ad esserne il naturale sbocco al mare. “La provincia di Messina che in passato ha brillato più per latitanza che per presenza – dichiara il sindaco di Santo Stefano Francesco Re – ha considerato periferia un territorio ricco di arte, cultura, storia, artigianato e intelligenze come il nostro. Una sorta di granaio elettorale da cui attingere consenso senza mai contraccambiare. Si apre una stagione nuova ed importante che bisognerà riempire di iniziative proposte e progettualità. Vivremo – continua Re – un nuovo protagonismo sia sul versante della capacità di incidenza politica, sia dal punto di vista delle opportunità economiche perché Santo Stefano, insieme agli altri comuni che hanno fatto questa scelta, si candida a diventare il fiore all’occhiello della provincia di Enna”. Colta, dunque, l’opportunità offerta dalla legge 8 del 24.03.2014 che pone fine alle esperienza delle Province e attribuisce ai liberi consorzi le funzioni di coordinamento, pianificazione, programmazione e controllo in materia territoriale, ambientale, di trasporti e di sviluppo economico. Tanti comunque gli ostacoli da superare, la costa tirrenica costituisce il naturale sbocco a mare dell’entroterra ennese, ma il rischio è dover percorrere chilometri di strada ed autostrada pericolosa e  senza servizi soprattutto in inverno.