Lipari, la spiaggia rischia di sparire

0
14

Un patrimonio naturale che rischia di scomparire. Dopo 20 ore di vento e mareggiate Lipari dice addio l’ultimo tratto di spiaggia che ancora resisteva a Porto delle Genti. Il piccolo angolo incontaminato dove il tempo sembrava quasi essersi fermato, nel centro dell’isola è stato inghiottito dal mare. Dopo tante battaglie, polemiche e studi per il recupero del litorale, ed il rinascimento della spiaggia, l’amministrazione alla guida del sindaco Marco Giorgianni annuncia l’imminente sottoscrizione di un accordo di programma con governo nazionale, Regione e Comune: sull’isola ci sono in arrivo di 2 milioni e 400 mila euro, somma che comunque dovrà essere utilizzata anche per la messa in sicurezza dei torrenti. Qualcosa si muove anche nell’isola di Vulcano da anni alle prese con il problema dell’erosione del litorale e che negli ultimi tempi ha visto praticamente scomparire le storiche spiagge nere. Questa mattina, sull’isola si è tenuto l’atteso sopralluogo dell’assessore regionale al Territorio ed Ambiente, Maria Rita Sgarlata che ha voluto verificare di persona la gravità della situazione. A rischio anche alcune struttura alberghiere che sorgono lungo la splendida baia di Ponente. All’incontro di questa mattina c’era anche il sindaco di Lipari, Marco Giorgianni, il quale ha evidenziato come il Comune non abbia i fondi per procedere al ripascimento e soprattutto ha fatto rilevare che la competenza è della Regione. C’era anche il dirigente della Regione, l’ing. Massimiliano Silvestro, il quale è stato già incaricato dalla Sgarlata di redigere una relazione sullo stato dei luoghi, al fine di disporre interventi immediati, quanto meno per cercare di tamponare una situazione che sta precipitando giorno dopo giorno. Secondo un primo cronoprogramma – è quanto emerso dall’incontro – si procederà prima al ripascimento della costa, ed in un secondo momento, secondo un vecchio progetto di salvaguardia della costa, sarà collocata una barriera lungo la baia.