Sant’Agata, Tasi anche sulla prima casa ?

0
61

Introdurre l’aliquota del 1,5 per mille sulla tassazione della Tasi per il 2014 anche sulla prima casa. Su questa proposta avanzata dall’assessore Marco Vicari discuterà il consiglio comunale di Sant’Agata Militello, convocato per il prossimo 8 Settembre. All’ordine del giorno anche l’approvazione del regolamento della Iuc, l’imposta unica comunale, di cui per l’appunto la Tasi fa parte. A Sant’Agata Militello sono state individuate, per la tassazione Tasi riferita al 2014, due aliquote. 1,50 per mille per le abitazioni principali,  pertinenze altri fabbricati, dunque le seconde case, o aree edificabili, mentre l’altra aliquota del 1 per mille si applicherebbe  a fabbricati rurali ad uso strumentale. Dall’istituzione della Tasi l’ufficio ragioneria del Comune di Sant’Agata Militello conta di reperire oltre 770 mila euro, circa il 543% del costo totale per i servizi indivisibili, che ammonta a 1 milione 418 mila euro. Tra questi, la spesa maggiore è determinata da servizi di pubblica sicurezza e vigilanza, per 662 mila euro annue, quindi 515 mila euro per energia ed illuminazione, 89 mila euro per la protezione civile, 65 mila per la viabilità, 51 mila per i servizi cimiteriali e poco più di 29 mila euro per il verde pubblico e tutela del territorio. L’applicazione dell’aliquota Tasi sulla prima casa scaturirebbe, per il comune santagatese dalla necessità di un maggiore introito tale da poter coprire le spese. Secondo l’opposizione, invece, economie potrebbero essere realizzate intervenendo su altri settori. Sull’argomento a quanto pare ci sarà dunque bagarre in consiglio comunale con la stessa maggioranza opposizione che ha già annunciato la proposizione di alcuni emendamenti.