Inchiesta Brolo, Arasi vuole parlare

0
97

Il colpo di scena più importante in tutta l’inchiesta sugli appalti, i mutui fantasma e le appropriazioni di denaro al Comune di Brolo potrebbe essere ancora in serbo e pronto ad esplodere. Il ragioniere capo del Comune Carmelo Arasi, detenuto a Gazzi dallo scorso 18 Agosto, ha chiesto di essere sottoposto ad un nuovo interrogatorio alla Procura della Repubblica di Patti. Dopo 15 giorni di carcere l’ex responsabile dell’area finanziaria, ritenuto  figura centrale nel teorema accusatorio, potrebbe dunque aver deciso di raccontare la sua verità dei fatti andando oltre la semplice difesa ed il disconoscimento delle accuse mosse a suo carico, già espresse nell’interrogatorio di garanzia. Un ulteriore elemento che avvalorerebbe il cambio di strategia da parte del ragioniere Arasi sarebbe rappresentato dalla decisione di  non farsi più rappresentare dall’avvocato Carmelo Occhiuto, affidando la propria difesa al noto penalista catanese Enrico Trantino. In merito alla richiesta di Arasi la Procura non ha ancora fissato la data dell’interrogatorio, mentre il prossimo 5 Settembre il Tribunale del Riesame sarà chiamato a pronunciarsi sul ricorso che, nel frattempo, era stato proposto dall’avvocato Occhiuto per conto dello stesso Arasi, della figlia, attualmente ai domiciliari, e per gli altri dipendenti comunali raggiunti da misura cautelare. Ieri, intanto, i giudici messinesi del riesame hanno depositato la sentenza di rigetto sul ricorso proposto dal responsabile dell’area amministrativa del Comune brolese Costantino Maniaci, anch’egli ristretto ai domiciliari. Maniaci è accusato di falso e truffa, in concorso, per la delibera relativa al mutuo per il Palasport. L’avvocato Mimmo Magistro, appresa la decisione negativa, ha già preannunciato ricorso in Cassazione. Intanto, l’amministrazione comunale di Brolo ha proceduto alla nomina del nuovo responsabile dell’ufficio ragioneria. L’incarico è stato dato al comandante dei vigili urbani Damiano Passerelli. Il funzionario, che rimarrà anche responsabile della polizia urbana, coordinerà il nuovo ufficio, con quattro dipendenti che provengono, con varie esperienze, dall’organico comunale. Consulente a tempo determinato sarà nominato Filippo Conti, oggi in pensione, che può vantare una pluriennale esperienza nel settore contabile della pubblica amministrazione. Angela Fogliani è stata infine nominata dirigente del servizio di segreteria.

Morosito