Escursionista salvata al Catafurco

0
147

Poteva avere conseguenze ben peggiori l’incidente che ha visto protagonista una giovane escursionista alla cascata del Catafurco nel comune di Galati Mamertino. L’incidente è accaduto nella tarda mattinata di giovedì: la ragazza aveva scelto di trascorrere assieme alla famiglia una giornata di relax proprio nella zona delle cascate del Catafurco. La giovane, appassionata di fotografia e amante della natura, voleva scattare delle istantanee catturando scorci suggestivi, ma nell’ attraversare il fiume, in questo periodo in magra, è scivolata, sbattendo violentemente la schiena e rimanendo nel greto del torrente San Basilio priva di sensi. Immediati sono scattati i soccorsi grazie alla sinergia tra gli uomini di Protezione Civile, Carabinieri, Vigili Urbani e di volontari che si trovavano sul posto. Prima a raggiungere il luogo dell’accaduto una squadra di Rangers, guidati dal Capo Delegazione Franco Barca, Carabinieri e personale paramedico. Una volta immobilizzata e sistemata sulla barella, la ragazza è stata trasportata dai soccorritori,  attraversando un sentiero tortuoso e difficile, sulla strada battuta e poco praticabile da mezzi comuni compresa l’ambulanza. La giovane malcapitata è stata quindi trasportata su un fuoristrada della protezione civile in dotazione al comune e tramite ponte radio dei Rangers si è allertato il centro operativo del 118 di Messina per richiedere l’intervento dell’elisoccorso vista la gravità dell’accaduto.
Soccorsi tempestivi e provvidenziali che probabilmente hanno impedito conseguenze più gravi.

Morosito