Floresta punta sul mercato agricolo

0
178

La scommessa dell’amministrazione comunale guidata da Sebastiano Marzullo, sulle potenzialità della vocazione agricola del territorio di Floresta, con le tipicità climatiche delle aree montane, si sta dimostrando vincente. L’idea di orientare l’azione amministrativa anche verso il settore agricolo prende le mosse già dal 2010 allorquando, anticipando le analoghe iniziative di altri Comuni Siciliani è stata introdotta la denominazione comunale di origine (De.CO.) di alcuni prodotti tipici dell’agricoltura locale. Infatti, risale a quell’anno la regolamentazione da parte del consiglio comunale della De.CO. e l’adozione dei disciplinari delle relative coltivazioni. “Successivamente- spiega il primo cittadino- intuendo il potenziale produttivo dei terreni di proprietà comunale da decenni incolti, contigui all’abitato, è stato realizzato direttamente dall’Amministrazione Comunale il cosiddetto “Orto DeCO” con impianto di colture storicamente radicate nel territorio di Floresta”. Così, il prossimo 31 agosto si raccoglieranno i primi frutti: patate, fagiolini “a crucchittu” e fragole la cui coltivazione è stata effettuata solo con metodi naturali senza impiego di fertilizzanti chimici e sostanze fitosanitarie. Tutto esclusivamente biologico. Le coltivazioni non sono a carattere sperimentale ma interessano superfici significative del demanio comunale per cui sarà possibile acquistare direttamente dal campo i relativi prodotti, dove personale del Comune fornirà notizie di dettaglio sulle specie agricole e sui metodi di coltivazione.  “Come amministrazione- conclude Sebastiano Marzullo- abbiamo investito anche nel settore agricolo ritenendo, a buona ragione, che da tale comparto potranno venire opportunità occupazionali per i propri concittadini che, permanendo nel luogo di origine, potranno evitare il fenomeno dello spopolamento, diversamente diffuso in altre realtà del comprensorio dei Nebrodi”.

Morosito