Sequestrati beni riconducibili a Liuzzo Scorpo

0
147

La Direzione Investigativa Antimafia di Catania ha sequestrato una società operante nella distribuzione e nel noleggio di videopoker riconducibile a Gaetano Liuzzo Scorpo, 49 anni, di Tortorici, già condannato per mafia. Il patrimonio sequestrato ammonta a circa 500.000 euro. Sono stati anche sequestrati 40 videopoker che erano stati collocati in vari esercizi commerciali ubicati in diversi centri delle province di Catania, Siracusa e Ragusa.Sono stati i collaboratori di giustizia, con le loro rivelazioni, a offrire agli inquirenti lo spunto per occuparsi di Gaetano Liuzzo Scorpo. Si è scoperto che la cosca avrebbe investito un milione di euro per finanziare l’acquisto dei videogiochi da piazzare nei locali pubblici del Siracusano e del Ragusano e di altre località della Sicilia orientale. L’uomo avrebbe ripagato versando nelle casse della cosca ventimila euro al mese. In cambio avrebbe ricevuto protezione e soprattutto l’eliminazione dal mercato dei concorrenti più scomodi.