Mare Sicuro, intensificati i controlli

0
35
Morosito

Nel’ambito dell’Operazione Mare Sicuro 2014, anche nella prima settimana di agosto gli uomini della Guardia Costiera del Circondario Marittimo di Milazzo, sono stati impegnati in un’intensa attività operativa lungo i litorali di propria competenza con autopattuglie e con mezzi navali al fine di garantire la sicurezza dei bagnanti a tutela della sicurezza della navigazione del diporto nonché dell’ambiente marino costiero.

Il personale dalla motovedetta impegnato in detta attività ha accertato che il conduttore di un natante da diporto, risultava in navigazione sprovvisto dei previsti documenti di bordo e di copertura assicurativa detto natante è stato, pertanto, posto sotto sequestro amministrativo. Ulteriori tre sequestri di natanti da diporto sono stati effettuati dal personale del Gommone GC A 64 con relative sanzioni amministrative a carico dei rispettivi conduttori pari a più di 2.500 euro. Lo stesso gommone in attività di pattugliamento ha proceduto, inoltre, ad elevare quattro sanzioni amministrative dell’importo complessivo pari circa euro 800, ad altrettanti conduttori di natanti da diporto per violazione dell’ordinanza di sicurezza balneare, per avere ancorato la propria unità ad una distanza dalla costa inferiore ai 200 mt. sostando pertanto entro l’area riservata esclusivamente alla balneazione. Altre sanzioni amministrative sono state comminate a carico di n. 6 natanti da diporto per sostare all’interno della riserva naturale orientata denominata Laghetti di Marinello in violazione del relativo regolamento.

Lo stesso personale ha infine sanzionato un pescatore subacqueo sportivo sorpreso in attività di pesca con fucile subacqueo ad una distanza superiore ai previsti 50 mt. dalla bandiera di segnalazione posta sul natante d’appoggio, allo stesso è stato elevato un verbale amministrativo di euro 172 e si è proceduto al sequestro dell’attrezzatura da pesca. In materia di vigilanza pesca inoltre sono stati sequestrati n. 1 apparecchio luminoso denominato “siluro” impiegato illecitamente da pescatori diportisti per la pesca del totano all’interno dell’istituenda area marina protetta, n. tre nasse collocate all’imboccatura del porto di Milazzo in violazione ad apposita ordinanza della Capitaneria di porto. infine la MV CP 875 ha sanzionato il conduttore di una barca da pesca professionale per violazione delle norme relative alla composizione qualitativa e quantitativa dell’equipaggio di bordo.

I mezzi nautici dalla Guardia Costiera di Milazzo hanno, altresì, continuato l’attività di rilascio dei Bollini blu” ad unità da diporto “virtuose” in quanto soggette a controllo di sicurezza con esito positivo.

La Guardia Costiera di Milazzo, con l’importante supporto di alcuni diportisti, è stata inoltre impegnata nel recupero di un esemplare di tartaruga appartenente alla specie “caretta caretta” che aveva ingerito un amo da pesca. Il citato esemplare è stato poi consegnato per le cure del caso all’Istituto di zooprofilassi di Palermo.