Villafranca, dopo la lite sequestra l’ex moglie

0
26

L’accusa è pesantissima, sequestro di persona. La vicenda, invece, è figlia di una triste storia familiare giunta all’epilogo grazie ai Carabinieri di Villafranca Tirrena intervenuti nella frazione di Calvaruso.
Due le persone arrestate al termine di una serie di ripicche e scontri nell’ambito familiari portati alla luce dai militari dell’arma a partire dal 7 agosto scorso. La scorsa settimana, i carabinieri intervennero per verificare cosa stesse accadendo tra due ex coniugi, legalmente separati. Storie di dissidi culminati in casi di esercizio arbitrario delle proprie ragioni, violenza privata, minacce, ingiurie ed atti persecutori. Giorno 9, però, la  situazione è improvvisamente precipitata, facendo si che si intervenisse con una misura restrittiva della libertà personale.
Beghe familiari ataviche ed oramai cristallizzate nel tempo all’interno del nucleo familiare, hanno fatto sì che il semplice mancato raggiungimento dell’accordo per la fruizione dell’immobile sito presso la località Calvaruso ed adibito a casa-vacanza, abbia portato ad una vera e propria escalation di atti da parte dell’ex marito, coadiuvato dalla nuova compagnia dello stesso e per entrambi è scattato l’arresto  per sequestro di persona. Proprio quel giorno, infatti, i Carabinieri di Villafranca coadiuvati da quelli di Saponara, a seguito di chiamata da parte della Centrale Operativa, hanno appurato che i due avevano posto dei grossi lucchetti ai cancelli dell’abitazione, impedendo alla donna, alla madre ed ai suoi due figli minori di uscire dall’abitazione. Sono scattate così le manette per la coppia, ed il successivo rito direttissimo. Accogliendo il patteggiamento chiesto dalle parti, il giudice ha stabilito le pene in 3 anni ed 8 mesi per l’ex coniuge, ed in 2 anni per la sua nuova compagna.