Lavoro nero, controlli nel messinese

0
27

Un’attività imprenditoriale sospesa, una denuncia sanzioni amministrative elevate per complessivi 27 mila 820 euro. E’ il risultato di una complessa attività di controllo svolta dai militari del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Messina, unitamente ai militari dell’Arma Territoriale, nell’ambito di servizi finalizzati a verificare il rispetto della tutela della libertà e dignità dei lavoratori nei luoghi di lavoro. L’attività ispettiva, d’intesa con il responsabile della Direzione Territoriale del Lavoro di Messina, ha riguardato le imprese del settore del commercio e altri settori, puntando l’attenzione anche sull’uso non autorizzato di impianti di videosorveglianza.
Diciotto le aziende ispezionate. I militari all’interno di un’impresa hanno constatato la presenza di un lavoratore privo di qualsiasi tutela assicurativa e previdenziale, insomma completamente in nero. Per 1a ditta è stata disposta la sospensione delle attività imprenditoriali, avendo riscontrato una percentuale di lavoratori in nero pari o superiore al 20% della forza lavoro presente come previsto dal testo unico 81/2008 a tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro. Durante i controlli, il titolare di una diversa ditta, è stato denunciato in stato di libertà per impianti di videosorveglianza non autorizzato.