San Fratello, via i container

0
14
Morosito

Dopo quattro anni saranno presto rimossi i container installati presso il campo sportivo comunale di San Fratello nei quali per lunghissimo tempo hanno trovato rifugio le classi delle scuole elementari e medie, rese inagibili dalla frana del Febbraio 2010. Il direttore del dipartimento regionale di protezione civile Calogero Foti ha infatti firmato il decreto di finanziamento che destina 120 mila euro per i lavori di smontaggio dei container, recupero ed accantonamento dei materiali riutilizzabili e smaltimento degli inerti. I fondi sono a carico del bilancio regionale e saranno prelevati dal capitolo della presidenza. La protezione civile bandirà dunque la gara d’appalto che verrà espletata con procedura negoziata col criterio dell’aggiudicazione al prezzo più basso. L’intervento consentirà dunque alla comunità di San Fratello di riappropriarsi della struttura con la speranza che già a partire dal prossimo autunno possano esserci segnali di ripresa dell’attività sportiva per i giovani del paese. Soddisfatti per la firma del decreto i rappresentanti dell’amministrazione comunale che  hanno così visto coronare l’impegno profuso e le ripetute sollecitazione affinché il campo sportivo fosse finalmente sgomberato.  In questi giorni, però, sempre sul fronte legato al dissesto idrogeologico, sembrano essere emerse nuove grane. Alcune foto, pubblicate sui social network da alcuni residenti del quartiere Stazzone, evidenziano gravi fratture nei muri di alcune abitazioni. I residenti di quella che è stata una delle aree maggiormente colpite dalla frana, tempo addietro hanno denunciato il pericolo, ma si è intervenuti solo con l’apposizione di alcune transenne. “Le fratture si aggravano ogni giorno di più – scrivono i residenti – mentre la mancanza d’illuminazione della strada non fa che aumentare i pericoli. Sollecitiamo le autorità preposte ad intervenire per risolvere la situazione ed evitare che qualcuno finisca schiacciato sotto un muro”.