Oliveri, entra in vigore la tassa di soggiorno

0
248

E’ operativa a Oliveri l’imposta di soggiorno, per chi pernotterà nelle strutture ricettive del territorio comunale. Così ha deliberato il consiglio comunale nell’ultima seduta a maggioranza sulla proposta dell’assessore alle imposte, Sergio Lembo. Anche se è nella fase sperimentale, perchè è ancora agli inizi, per cui non si escludono correttivi, è operativa da ieri. Gli importi da pagare variano ovviamente se si tratta di un albergo da 5 a tre stelle, da 3 euro a 2 euro o tutte le altre strutture ricettive, 1,50 euro, per le strutture al coperto fino a venti notti e per quelle all’aria aperta fino a quindici notti. Per l’amministrazione comunale di Michele Pino che ha disposto l’imposta di soggiorno sarà un modo per migliorare l’accoglienza e i servizi ed effettuare le manutenzioni, servirà ad implementare le risorse già destinate al miglioramento delle strade comunali e del verde pubblico. L’assessore proponente, Sergio Lembo, si è detto soddisfatto perchè Oliveri investirà nell’industria pulita del turismo, diminuendo con i proventi le tasse dei cittadini di Oliveri. I consiuglieri di opposizione, per quanto non erano contrari all’imposta di soggiorno, avrebbero voluto studiare e disporre alcuni correttivi, diminuzioni ed esenzioni; hanno contestato tra gli altri la fretta di voler adottare il regolamento nel consiglio comunale, visto che dall’insediamento si sarebbe potuto già discutere e poi il non aver sentito prima gli operatori turistici..

Morosito