Impianto a biomasse, Milazzo dice no

0
101

Si giocherà alla Regione la partita del progetto della centrale di cogenerazione a biomasse di contrada Pezza del Pioppo di Milazzo. Non ci saranno, pertanto, le procedure già viste per Furnari e Novara di Sicilia. La questione della presentazione del progetto al comune della città del capo era stata sollevata dal deputato del MoVimento 5 Stelle Tommaso Currò. La ditta, secondo quanto si apprende dall’amministrazione comunale di Carmelo Pino, aveva presentato, com’è stato a Furnari e a Novara di Sicilia la richiesta della Pas, la Procedura Abilitativa Semplificata. Com’è noto a Furnari, la Comet Bio ha rinunciato nel corso della seconda sessione della conferenza dei servizi, mentre a Novara di Sicilia, la richiesta è stata rigettata in presenza del vincolo paesaggistico. Anche a Milazzo, il 2° ufficio di staff del Comune ha diffidato la ditta dal dare inizio ai lavori poiché ha ritenuto non applicabile la procedura, ricadendo l’impianto su area sottoposta a tutela secondo il codice dei beni culturali e del paesaggio. La ditta allora ha avviato una nuova procedura finalizzata al rilascio dell’autorizzazione unica presso l’assessorato regionale all’energia e sarà qui che si valuterà l’assoggettabilità o il rilascio della valutazione di impatto ambientale (VIA) e la valutazione ambientale strategica (VAS). Su questa vicenda hanno presentato richieste di accesso agli atti anche associazioni ambientaliste ed il comune si è detto è a disposizione di chi vuole attivarsi in tal senso.