Porto Sant’Agata, pronti alla rescissione

0
64

Il Comune di Sant’Agata Militello è pronto ad avviare le pratiche per la rescissione del contratto d’appalto per il completamento del Porto con la Cogip Infrastutture. E’ quanto emerso dal tavolo tecnico svoltosi al Comune santagatese alla presenza, però, dei soli legali di supporto al Rup, gli avvocati Miracola, Rundo e Di Bona, e dell’amministrazione comunale al completo. Assenti i tecnici della Regione siciliana e anche il Rup del progetto, la dirigente dell’area strategia e sviluppo del comune santagatese architetto Rosalia Gentile che, ufficialmente, ha presentato istanza di malattia per venti giorni ma che sembrerebbe, da fonti non ufficiali, pronta a lasciare l’incarico. Come detto, la strada che l’amministrazione Sottile ha deciso di seguire è quella della rescissione del contratto per gravi inadempienze da parte della Cogip sulla scorta delle note trasmesse nei primi giorni di Luglio al Comune dal dipartimento tecnico dell’assessorato regionale alle infrastrutture. In quelle note, firmate dall’ex dirigente generale Vincenzo Sansone, si rilevavano gravi inadempimenti, irregolarità e ritardi da parte della ditta, subentrata nella titolarità dell’appalto alla Si.Gen.Co che vinse la gara nel 2010 salvo poi cedere il ramo d’azienda ed il relativo appalto. In particolare la Regione richiamava sostanziali variazioni qualitative e quantitative proposte nel progetto esecutivo dall’impresa rispetto al progetto definitivo posto a base d’asta. In più la stessa Cogip avrebbe ampiamente sforato i termini contrattuali previsti per la fase esecutiva della progettazione. Rilievi, già mossi dal supporto tecnico al Rup, ingegnere Giordano, già lo scorso 6 Marzo, che condurrebbero alla risoluzione del contratto per grave inadempimento. Nell’incontro tra i legali e l’amministrazione comunale santagatese si è quindi deciso di percorrere tale strada previa comunicazione alla ditta che, nei tempi previsti dalla legge, avrà comunque la possibilità di proporre le proprie controdeduzioni.