Campo scuola di protezione civile a Sant’Angelo di Brolo

0
80

Parte oggi e proseguirà fino all’11 luglio, a Sant’Angelo di Brolo un campo di protezione civile che prevede attività di formazione teorico-pratica. L’iniziativa è organizzata dalla locale Confraternita di Misericordia in collaborazione con il Comune, ed è promossa dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Protezione civile, che ogni anno, insieme alle Direzioni regionali, favorisce, nel periodo estivo, i campi scuola per ragazzi, volti a favorire la diffusione della conoscenza della protezione civile e l’acquisizione della consapevolezza dei rischi presenti nel territorio e per la conseguente adozione di comportamenti utili alla prevenzione.
La didattica prevede lezioni sui temi dei piani di emergenza, della salvaguardia dell’ambiente e della cittadinanza attiva, alternati a prove pratiche e giochi.
All’iniziativa collaborano anche il Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco e il Corpo Forestale dello Stato, che forniscono il loro contributo di uomini e mezzi, attraverso dimostrazioni addestrative, rendendo così l’esperienza ancora più preziosa e avvincente per i ragazzi.
“La scelta dell’Organizzazione di volontariato di effettuare il campo scuola nel territorio del Suo Comune – si legge nella nota che la Presidenza del Consiglio ha inviato al Sindaco – è di grande significato e può costituire un’opportunità ulteriore per rafforzare il Suo sistema di protezione civile comunale, anche attraverso la verifica del piano di emergenza locale ed il coinvolgimento delle strutture operative presenti in loco”.
Compiacimento è stato espresso dal Sindaco. “Avere avuto questa opportunità –afferma il primo cittadino – conferma l’impegno straordinario che le mie Amministrazioni negli anni hanno riservato al sistema di protezione civile, realizzato con la collaborazione del Volontariato.  Oggi, grazie al lavoro fatto in passato, abbiamo una realtà organizzativa di elevato livello, con mezzi e strutture in grado di fronteggiare ogni emergenza. Del resto – ha concluso il Sindaco – il pubblico da solo, senza l’aiuto del volontariato, non sarebbe nella condizione di assicurare tanti e tali servizi. Così diventa insostituibile l’apporto dato dai volontari, a cui va il ringraziamento e la gratitudine mia e dell’Amministrazione”.

Morosito