Strade provinciali, via agli appalti

0
63

Pur muovendosi tra gli stenti e le difficoltà di miseri bilanci che non lasciano grandi spazi di manovra, l’ufficio tecnico della provincia regionale di Messina sta procedendo con l’assegnazione di una serie di appalti che consentiranno, a breve, il ripristino delle condizioni di sicurezza su numerose strade provinciali. Si tratta di interventi, per la gran parte rifacimento del manto stradale,  convogliamento e regimentazione delle acque e messa in sicurezza delle scarpate, tutti finanziati con fondi della protezione civile regionale su progetti redatti dall’ufficio provinciale diretto dall’ingegnere Benedetto Sidoti Pinto. Nei giorni scorsi avevamo già parlato del più importante di questi interventi, quello che sarà realizzato sulla Sp 161 ad Alcara Li Fusi, da parecchi anni interessata da preoccupanti fenomeni di dissesto idrogeologico che hanno fatto temere persino il rischio isolamento del centro abitato. Nei prossimi giorni la provincia procederà con l’appalto per le opere finanziate con 100 mila euro. Intervento corposo già appaltato per la provinciale 168 a Caronia. Lavori per 856 mila euro, suddivisi in tre lotti, sono già stati assegnati per la bonifica e la ricostruzione della scarpata a tre ditte messinesi, le imprese Bonina e Fiap di Brolo e la Effe di Ferrero di Santa Teresa Riva. Appalto già concluso anche per la Sp 110 di Montalbano Elicona, assegnato ai Fratelli Destro di Tortorici per 380 mila euro. Prossimi al completamento i lavori a Tripi, nelle prime settimane di Luglio l’ufficio tecnico della provincia invierà gli inviti alle ditte per altre gare che riguardano le strade provinciali a Ucria, Tusa, Capizzi e Sant’Agata Militello. In quest’ultimo caso son previsti 200 mila euro per il rifacimento del corpo stradale, convogliamento delle acque e bonifica della scarpata sulla provinciale Sanguinera che collega il centro urbano santagatese con l’omonima contrada fino ad Iria.