Irene Ricciardello: “Al Comune situazione devastante”

0
62
Morosito

“Non c’è stato il tempo di gioire, ma ci siamo subito messi all’opera per far ripartire la macchina amministrativa di Brolo”. Queste le parole del sindaco Irene Ricciardello ad un mese dalla sua elezione. ” Abbiamo ereditato un patrimonio devastato, una città obiettivamente sporca e degradata, con servizi essenziali quasi totalmente inesistenti, che, stiamo cercando di ripristinare e migliorare ma con l’assoluta consapevolezza che il tempo degli sperperi senza regole è veramente finito”.  
“Abbiamo infatti ereditato una situazione economica/finanziaria  devastante, al limite dell’assurdo – prosegue il sindaco di Brolo – con centinaia di creditori che giornalmente bussano, disperati, alla porta del sindaco, con una montagna di decreti 
ingiuntivi che oramai a cadenza giornaliera arrivano sulla scrivania del  primo cittadino, abbiamo anche ereditato la questione del bilancio previsionale 2013 non ancora approvato e già appesantito dal parere contrario del revisore”. 
“A tal proposito – afferma ancora Irene Ricciardello – stiamo facendo una  ricognizione dettagliata su quelli che sono i debiti reali dell’ente , e  vogliamo ribadire la nostra fiducia negli uffici comunali e nel nostro revisore dei conti, dottoressa Tiziana Vinci , troppo spesso in questi  ultimi tempi al centro di un’azione di delegittimazione che non merita. Lei è onesta intellettualmente, preparata professionalmente, ed ha tutta la mia fiducia e quella della mia amministrazione”. Non mancano, in questo bilancio,  le critiche al commissario straordinario: “Mi aspettavo, ci aspettavamo tutti, molto di più dal dottor Musolino. Il Commissario prefettizio di fatto ha prodotto poco e nulla, non si è assunto nessun onere, non ha dato onore al ruolo che doveva rivestire.Un’occasione persa per il paese. Una perdita di tempo che forse pagheremo cara … tutti. Ma ovviamente questi problemi non ci spaventano, siamo assolutamente consapevoli e convinti di poter, con 
impegno, serietà e lungimiranza, far uscire il nostro amato paese dalla palude in cui è stato cacciato”.
“Noi, tutti noi insieme, cammineremo fianco a fianco, seguendo un percorso di partecipazione assoluta. 
Per questo, prima di tutto – annuncia il Sindaco – appena sarà operata la verifica di cassa, convocherò una conferenza stampa per comunicare, alla cittadinanza, l’effettiva situazione in essere e mettere tutti a conoscenza delle misure che intendiamo adottare.
La “trasparenza” a cui tanto abbiamo inneggiato non è solo un bel termine da spot elettorale, ma é – per noi – il primo passo per Ricostruire Brolo e da qui ripartire tutti insieme. 
Insieme ai tantissimi cittadini che in queste settimane ci hanno manifestato il loro sostegno e la loro  fiducia ma soprattutto la loro comprensione, continuando magari a subire qualche piccolo disservizio, frutto della mala gestione degli anni passati, ben comprendendo che solo con la solidarietà e l’unione possiamo, tutti insieme, risollevare le sorti del nostro amato paese. Solo con questo spirito un popolo, un paese può rinascere”.