Piano spiagge a Gioiosa Marea, interviene il movimento Noè

0
48

Il Movimento politico culturale Noè di Gioiosa Marea che ha presentato una richiesta scritta al sindaco della cittadina per chiedere quali sono i punti cardine che l’amministrazione intende portare avanti per a redazione del Piano di utilizzo del Demanio marittimo e quali sono i “desiderata”, ovvero le indicazioni impartite all’ufficio tecnico e richiamate negli ultimi pareri tecnici. La richiesta del movimento giunge alla vigilia della discussione in consiglio comunale sul futuro piano spiagge, a seguito dell’adunanza pubblica svoltasi il mese scorso nella frazione San Giorgio per discutere della realizzazione di un distributore nei pressi dell’arenile e della mozione del gruppo di minoranza consiliare. Quest’ultima, chiede di “impedire il sorgere sulle aree del demanio marittimo di nuove concessioni nonché l’ampliamento di quelle esistenti, che ridurrebbero oltre ogni limite la già limitata libertà dei cittadini di fruizione della spiaggia per la balneazione”. Una interpretazione letterale della richiesta vorrebbe dire impedire anche il sorgere di quelle strutture che, invece, mancano e che offrirebbero adeguati servizi degni di una località che si definisca turistica. “Fermo restando il massimo rispetto delle disposizioni di legge in materia di spiaggia libera che è un diritto sacrosanto dei residenti – commenta il presidente del movimento Noè, Francesco Casamento – riteniamo che una pianificazione dell’utilizzo della spiaggia debba tenere conto della linea di sviluppo che il paese vuole intraprendere”.